Il capello si dice “fine” se risulta più sottile dello spessore considerato normale: 0,07 millimetri, cioè 70 micron. I capelli fini, proprio per costituzione originaria, sono in genere più deboli e fragili, comportando rischi maggiori in quanto ad alopecia e diradamenti.

In generale possiamo dire che lo spessore del capello è un indicatore della salute del cuoio capelluto stesso. In questo senso, data la debolezza costitutiva del capello fine, questi sono più frequentemente soggetti all’aggressione di patogeni esterni e interni. In altre parole, i capelli fini sono in media più vulnerabili dei capelli spessi. Cerchiamo allora di capire quali sono i rimedi possibili per rinforzare e dare volume al capello rovinato dal suo assottigliamento.

⇧ Torna al sommario

Cause dei capelli sottili e fini

cause capelli finiInnanzitutto: il capello è costituito da tre strati – dall’interno verso l’esterno: il midollo, la corteccia e la cuticola. Lo spessore (oltre che la forma) del capello dipendono soprattutto dalla corteccia, perché è in questo strato che si concentrano le maggiori quantità di cheratina. Quando la corteccia ha dimensioni inferiori rispetto alla norma, il capello si sviluppa sottodimensionato, con le tendenze sopra citate alla fragilità e allo spezzamento.

Le cause dei capelli fini, e quindi la ridotta misura volumetrica della corteccia, sono da ricercarsi in primo luogo nella genetica. Ogni soggetto, a seconda dei vari fattori genetici che incidono nella conformazione del capello, ha un certo spessore del capello – uno spessore che può comunque mutare anche dopo la nascita per cause indipendenti dalla componente genetica ereditaria.

Un elenco di possibili cause dei capelli fini comprende diversi motivi che andiamo a vedere a seguire.

Età

Il discorso dell’età coinvolge molte delle componenti del nostro organismo. In questo caso l’età del soggetto è uno dei principali fattori che determina lo spessore dei suoi capelli: con l’avanzare degli anni, infatti, lo spessore dei capelli si riduce notevolmente. Proprio perciò è sollecitato, per i più anziani, il periodico controllo tricologico;

Il colore dei capelli

Molti studi ormai confermano quello che a prima lettura pare poco intuitivo: il colore dei capelli influisce in maniera sostanziale sullo spessore del capello. Ad esempio, i soggetti con i capelli rossi hanno, statisticamente, in percentuale, capelli più sottili rispetto a soggetti con capelli più scuri. I capelli bianchi, invece, determinano un diametro del capello più spesso, oltreché una crescita accelerata, ma comportano una maggiore sensibilità ai deterioramenti a causa dell’assenza di melanina;

Stress o prolungate tensioni psico-fisiche nel tempo

Lo stress, ma più in generale le tensioni psico-fisiche, sono sovente causa di ipersecrezione sebacea, e quindi di capelli grassi. Ma hanno anche per effetto la produzione di tossine che disturbano la crescita sana e solida del capello;

Trattamenti estetici troppo aggressivi

I trattamenti estetici troppo aggressivi attaccato principalmente la cuticola (lo strato esterno di cui parlavamo in apertura dell’articolo) dei capelli. Tra i trattamenti più deleteri:

  • piastra;
  • phon troppo caldo e ravvicinato;
  • spazzolature troppo intense o prolungate;
  • tinte;
  • permanenti;
  • stirature;
  • ossigenazioni;

Agenti atmosferici esterni

Gli agenti presenti nell’aria o nell’acqua attaccano sempre la cuticola, oltre a danneggiare l’equilibrio idro-lidipico da cui dipende la salute della cute:

  • smog e inquinamento;
  • eccesso di esposizione ai raggi solari;
  • esposizione all’acqua di mare (sale);
  • esposizione all’acqua di piscina (cloro).

Assunzione di farmaci per malattie autoimmuni

Questi farmaci rallentano la proliferazione cellulare che durante il processo di formazione del capello, gli dà consistenza strutturale; inoltre rischiano di interrompere il processo di espulsione delle tossine dalla cute. Entrambe le conseguenze derivanti dall’assunzione comportano inoltre la crescita di capelli fini;

Chemioterapia

La chemioterapia ostacola l’operato della papilla dermica e insieme il processo di proliferazione cellulare. In questo modo capelli che non cadono perdono volume, si assottigliano e si indeboliscono, finendo da ultimo anch’essi per cadere.

⇧ Torna al sommario

Capelli fini come inestetismi o diradamento

Vi sono anche conseguenze estetiche al problema dei capelli fini. Per esempio, i capelli fini sono molto sensibili all’elettricità statica, ed è per questo che sono spesso arruffati e disordinati. Altra conseguenza dei capelli fini è la poca versatilità: per la loro debolezza strutturale è difficile pettinarli, o meglio accomodarli secondo l’acconciatura che si desidera.

Altra tipologia di problema che caratterizza il capello fine è lo sfibramento: le doppie punte, che rientrano nella tipologia considerata, si sviluppano più frequentemente nei soggetti con capelli fini. D’altronde il diradamento dei capelli non è correlato direttamente alla presenza di capelli fini. Nonostante questo, quando i capelli sono fini non per cause genetiche, ma per la poca salute del cuoio capelluto, l’alopecia può verificarsi frequentemente. In questo senso, i capelli fini funzionano da indicatore di salute ed è bene che chi ne è portatore, ricorra ad esami di controllo nei centri tricologici specializzati.

⇧ Torna al sommario

I diversi rimedi per i capelli fini

I trattamenti possibili per ridare volume ai capelli fini sono molti, ormai da tempo efficacemente testati e calibrati. Il trattamento, è bene precisarlo, dev’essere mirato: proprio per questo è da realizzarsi previo controllo medico, solamente nei centri tricologici attrezzati. Qui è possibile usufruire dei trattamenti laser e quelli biostimolanti, che servono a disinfettare e vascolarizzare il cuoio capelluto, con ciò favorendo la circolazione sanguigna necessaria al sostentamento e al nutrimento dei capelli. Altri rimedi comportano l’uso di prodotti a base di cheratina, capaci di ristrutturare il capello, per rinforzare ed ispessire i capelli fini. Nel caso in cui i capelli, oltre che fini, siano anche secchi, una prima soluzione importante è l’utilizzo di shampoo, balsami e maschere le quali contengano i principi attivi vitalizzanti per la tonificazione dei capelli alla radice. Attraverso shampoo e balsami adeguati, infatti, è possibile ridare volume ai capelli.

Ad ogni modo, le varie soluzioni qui proposte devono seguire tappe successive che possono essere coordinate e adattate da soggetto a soggetto soltanto attraverso la collaborazione di un esperto. Grazie ai test del capello oggi disponibili, il medico è in grado di programmare, a seconda delle caratteristiche del soggetto in esame, un corretto procedere della terapia.

Qui di seguito vi sono alcuni consigli utili per curare, o limitare nei limiti del possibile, i capelli fini e sottili:

  • evitare l’eccessiva esposizione ai raggi solari;
  • evitare l’utilizzo prolungato del phon, o comunque l’eccessiva vicinanza di questo ai capelli;
  • evitare trattamenti aggressivi come permanenti, extension o stirature;
  • curare l’alimentazione con diete sature di vitamine e oligoelementi;
  • massaggiare i capelli tutti i giorni con una lozione alla lavanda;
  • curare settimanalmente la propria cute con impacchi a base di sostanze nutrienti come elastina, collagene e cheratina, che servono a rinforzare i capelli fini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here