I capelli secchi sono una patologia molto comune, diffusa in entrambi i sessi.Al di là dell’inestetismo, dovuto alla sgradevolezza dell’impatto visivo dato dai capelli aridi, sfibrati, vi è anche una componente salutistica che bisogna tenere in considerazione quando si parla di capelli secchi. Infatti, proprio perché secchi, i capelli si rivelano anche fragili, e perciò spesso tendenti allo sfibramento completo. Nei casi più gravi, la secchezza induce il capello a rovinarsi o spezzarsi e frequentemente rimane soggetto a tricoptilosi o a varie forme di danneggiamento del fusto.

capelli secchi aridiI miei capelli sono secchi“, “ho i capelli che si spezzano“, “i miei capelli sono aridi e pieni di doppie punte” sono le solite frasi dette dai soggetti coinvolti dal problema dei capelli secchi.

Come dicevamo, i capelli aridi oltre a presentare un’auto evidente sintomatologia negativa da un punto di vista estetico, complicano il quadro generale anche altrimenti, per la presenza concomitante di numerosi sintomi, quali:

  • cute grassa e capelli secchi;
  • cute secca e capelli secchi;
  • capelli secchi e sfibrati con annesse doppie punte;
  • capelli spezzati, fini e secchi;
  • capelli secchi e sottili soggetti a caduta precoce.

⇧ Torna al sommario

Cosa sono le doppie punte?

Si chiama “doppia punta” quella parte finale del capello che è letteralmente sdoppiata. La doppia punta dei capelli, pur non risultando un problema grave, rivela un deterioramento strutturale del capello, proprio mostrandone la sua secchezza e fragilità. La casistica è molto elevata e la problematica è facilmente trattabile. Ad ogni modo, la doppia punta è categorizzabile in tre differenti modi:

  • se vi sono le punte biforcute è tricoptilosi – il caso più frequente;
  • se vi è una punta estremamente ramificata è tricoclasia;
  • se vi sono noduli e fessure longitudinali su tutto il fusto è tricoressia nodosa.

⇧ Torna al sommario

Le cause dei capelli secchi

Dal momento che contrastare le cause dirette dei capelli secchi risulta arduo, data la molteplicità delle anomalie dell’organismo possibilmente coinvolte, molto spesso il rimedio per i capelli secchi consiste nel trattamento dei sintomi, così da riuscire per lo meno a limitare e contenere il problema. In ogni caso, ricordiamo che le cause che determinano i capelli secchi possono essere endogene (interne) e esogene (esterne).

Cause endogene

  • genetiche: perché la struttura del capello è data dalla componente genetica – e il fattore genetico vale sia per i capelli secchi sia per i capelli fini;
  • nutrizionali: perché le carenze alimentari o in generale le diete povere di nutrienti fondamentali (come proteine, vitamine e minerali) possono influenzare negativamente il processo di cheratinizzazione, con ciò rendendo il capello debole e fragile;
  • ormonali: in quando gli ormoni determinano la produzione di sebo e influenzano la formazione e lo sviluppo del capello;
  • produzione sebacea: la produzione eccessiva o insufficiente di sebo è solo possibilmente ascrivibile al fattore ormonale; possono altre sì favorire l’ipo o l’ipersecrezione anche fattori diversi quali quelli ambientali (ad esempio, lavarsi i capelli troppo spesso, o utilizzare il phon troppo da vicino determina frequentemente secchezza dei capelli perché il sebo viene “asciugato”).

Cause esogene

  • fattori ambientali: oltre a influenzare la produzione di sebo, i fattori ambientali come l’inquinamento, l’eccessiva esposizione ai raggi solari o le temperature fredde e secche, il sale marino o il cloro delle piscine, possono essere causa nociva per la salute dei capelli in generale, e più in particolare determinano spesso l’aridità dei capelli;
  • trattamenti cosmetici: molto spesso i casi di capelli secchi sono dovuti a permanenti e tinture, l’uso della piastra, e più in generale ai trattamenti cosmetici aggressivi;
  • trattamenti igienici errati: come già detto per quanto riguarda il phon, anche altri trattamenti igienici possono essere nocivi per la salute del capello; si pensi ai lavaggi troppo frequenti o l’uso di shampoo aggressivi.

⇧ Torna al sommario

Capelli secchi con cute grassa

Nonostante la contro-intuitività, avere i capelli secchi ma la cute grassa è un fenomeno molto frequente. La causa è da ricercarsi, come molto spesso accade quando si tratta di problematiche dei capelli, nella produzione alterata di sebo. In questo caso il sebo coinvolto è quello grasso (ricordiamo che vi sono due tipi di sebo: quello grasso e quello oleoso): infatti, al contrario del sebo oleoso che, data la liquidità, si riversa sul cuoio capelluto intero, rendendo grassi sia i capelli sia la pelle, il sebo grasso, meno liquefatto, si compatta sul cuoio, negando il processo di lubrificazione dei capelli. Per di più, proprio compattandosi sul cuoio, il sebo grasso impedisce all’acqua prodotta dalle ghiandole sudoripare di lubrificare i capelli, seccandoli ancora di più.

Per riassumere: il sebo grasso rende la cute grassa, ma lascia i capelli secchi, mentre il sebo oleoso rende entrambi, capelli e pelle, grassi. I trattamenti necessari per limitare il problema, allora, si rivolgono e mirano sia a lavare e purificare il cuoio capelluto grasso, sia a lubrificare i capelli secchi, sempre comunque rispettando il delicato equilibrio acido-idro-lidipico che determina la salute dei nostri capelli.

⇧ Torna al sommario

Capelli secchi con cuoio capelluto secco

capelli phonVi è altre sì la possibilità che sia i capelli, sia il cuoio capelluto siano secchi. In questo caso può non entrare in gioco soltanto il processo di secrezione del sebo, ma anche la disidrosi, cioè un’assenza di adeguata idratazione per via sudoripara. Quando le ghiandole sudoripare presenti poco sotto la superficie del cuoio capelluto non funzionano adeguatamente, la pelle non ottiene il necessario apporto di acqua, funzionale tra le altre cose per diluire il sebo per facilitarne lo spargimento sul cuoio e sui capelli, per renderli brillanti e lucenti, oltre che sani. Frequentemente i capelli crespi sono proprio dovuti a questa doppia disfunzione a livello ghiandolare. E’ anche possibile, però, che sia soltanto l’iposecrezione sebacea a rendere secchi i capelli: quando le ghiandole sebacee non secernono abbastanza sebo, questo non riesce a lubrificare per intero e quanto necessario, determinando così una generale secchezza di cute e capelli.

Esistono tuttavia molti rimedi per i capelli secchi accompagnati da cute secca. Prevedibilmente, il rimedio dovrà consistere nell’aumentare l’apporto di grasso (in assenza di sebo sufficiente) e di acqua (in caso di disidrosi), oltreché sostanze nutrienti e rigeneranti in grado di stimolare l’attività di secrezione ghiandolare, sia sebacea che sudoripara. Uno dei trattamenti più mirati e validi è la laserterapia, che è in grado di vascolarizzare la cute e con ciò rivitalizzarla. Un rimedio più fai-da-te consiste nel massaggiare frequentemente il cuoio capelluto così da favorire la secrezione ghiandolare – bisogna ricordare che il massaggio al cuoio capelluto è invece sconsigliato qualora vi sia un’ipersecrezione sebacea, giacché in questo caso si stimolerebbe la ghiandola a produrre ancora più sebo, che invece è già in eccesso.

⇧ Torna al sommario

Rimedi per i capelli secchi, che si spezzano e le doppie punte

Il trattamento laser di cui sopra è indicato qualora il problema dei capelli secchi, data la gravità, richieda l’intervento specialistico tricologico. In questo caso la secchezza dei capelli ha già determinato l’assottigliamento e un eventuale diradamento dei capelli ed è perciò necessario rivolgersi ad un medico specializzato nei centri attrezzati. Nei casi in cui la secchezza dei capelli sia di lieve entità e non ponga problemi di caduta di capelli, il ricorso a rimedi fai-da-te più accessibili è possibile e consigliato. Tra i rimedi utili a rinforzare il capelli e a sollecitare l’adeguata produzione di sebo vi sono:

  • maschere ristrutturanti a base di miele o cannella;
  • shampoo preparati con estratto di uova e limone;
  • balsamo al rosmarino;
  • impacchi di oli vegetali ricavati da mandorla, oliva o lino.
Rimedi per i capelli secchi, aridi, sfibrati e che si spezzano
4.5 (90%) 2 voti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here